Il Paese
   Riduci
foto del paese light


Piccolo e caratteristico comune montano, Allein è situato in una splendida posizione soleggiata sulla sinistra orografica del torrente Artanavaz nella Valle del Gran San Bernardo.

Ad appena  15 km da Aosta, il paese si estende sul versante meridionale del Mont-Saron ( 2.631 m ), una vetta di facile accesso da dove si può ammirare l’intera vallata e oggetto di una Processione votiva dedicata ai S.S. Pietro e Paolo che si svolge a fine giugno. La leggenda vuole che se la processione non dovesse svolgersi, la montagna si aprirebbe letteralmente in due scatenando una frana che sommergerebbe tutti i paesi sottostanti.

Il sentiero che porta in cima al Mont-Saron è solamente uno dei numerosi che si possono percorrere completamente immersi nella natura: una fitta rete di stradine e tracciati infatti unisce tutte le frazioni tra loro e varie strade poderali fanno da collegamento ideale tra il Comune stesso con i paesi limitrofi, Gignod, Doues e Etroubles. L’aspetto caratterizzante di Allein è infatti rappresentato dal fatto che chiunque può immergersi in un paesaggio di pace e tranquillità muovendosi a piedi o in mountain-bike in un labirinto ben definito di itinerari  suggestivi. Durante questi spostamenti inoltre non sarà difficile incontrare e scoprire la flora e la fauna di montagna che si mantengono intatte in tutti i loro aspetti.

Oltre a queste caratteristiche di particolare fascino naturalistico e ambientale, interessante da vedere nella frazione di Ayez, il primo villaggio che si incontra salendo lungo la strada regionale, è la casa-monumento risalente al XV secolo: di pregio storico e architettonico sono alcune finestre in pietra lavorata col caratteristico motivo a chiglia rovesciata. L’edificio è destinato a biblioteca e museo del carnevale tipico e caratteristico della Coumba Freide.

Le varie frazioni sono suddivise in 4 quartieri ben distinti, caratterizzati da centri storici di sicuro interesse architettonico e contraddistinti da una spiccata vocazione rurale; questa permane tutt’ora, nonostante il progressivo invecchiamento della popolazione impiegata nel settore agricolo. Descrizione dei quartieri: -“carté desot” si divide in: · “carté d’Ayez“ · “carté d’Alleu“ (Allerod) -“carté dameun”si divide in : · “carté de veulla“ · “carté de dayllon“ Ogni quartiere possiede in una delle proprie frazioni, una cappella dedicata ad un santo patrono, nella cui ricorrenza viene organizzata una festa patronale. In questo giorno, dopo la santa messa, vengono messi all’incanto (enchèr) oggetti offerti dalle famiglie del luogo.
 
Per quanto riguarda il folklore, il carnevale è una delle manifestazioni più sentite e si svolge a febbraio. La Pro-loco di Allein, un dinamico gruppo di volontari, organizza poi durante l’intero arco dell’anno una serie di iniziative di vario genere: la principale è sicuramente la “Feta di Trifolle”, la sagra della patata, che coinvolge l’intero paese nell’ultimo fine settimana di agosto: momento clou dell’evento è il pranzo gastronomico con un menù completamente a base di patate, dall’antipasto al dessert, e con una particolarità culinaria unica nel suo genere: la Sorsa d’Allein.

Tutti questi aspetti fanno di Allein una meta ideale per gli amanti delle escursioni, del relax e del contatto vero con la natura e le tradizioni antiche: gli amanti della buona cucina potranno altresì gustare le prelibatezze culinarie della Valle d’Aosta in un clima familiare ed ospitale nell’agriturismo “Lo Ratelë”, in frazione Ville o fare una breve pausa nel bar Miravalle del Capoluogo.